Piano Aria: le misure anti-smog 2020/21 - COMUNE DI SASSO MARCONI (BO)

archivio notizie - COMUNE DI SASSO MARCONI (BO)

Piano Aria: le misure anti-smog 2020/21

 
Piano Aria: le misure anti-smog 2020/21


Il Piano Aria Integrato Regionale - PAIR 2020 punta a ridurre l’inquinamento atmosferico attraverso provvedimenti di limitazione al traffico (quando le misurazioni di inquinanti indicano lo sforamento dei limiti di PM10) e di risanamento della qualità dell’aria in vigore dal 1 Ottobre 2020 al 31 Marzo 2021.

 

LIMITAZIONI ALLA CIRCOLAZIONE

Rispetto a quanto previsto per l’anno scorso (stop ai veicoli a benzina fino a Euro 1, diesel fino Euro 3, motocicli e ciclomotori pre-euro), dall’11 Gennaio 2021 le limitazioni sul traffico si applicheranno anche ai veicoli Euro 2 benzina ed Euro 4 diesel.

Questi provvedimenti sono in vigore nell’agglomerato urbano di Bologna e nei Comuni con più di 30.000 abitanti ma NON a Sasso Marconi: il nostro Comune condivide gli obiettivi del Piano ma, in relazione alle caratteristiche della rete viaria che attraversa il territorio comunale, conferma la scelta di non emanare Ordinanze di limitazione del traffico, e ribadisce altresì l’impegno a comunicare i provvedimenti anti-smog adottati dai comuni limitrofi e a fornire informazioni sulle opportunità offerte dal servizio pubblico di autobus e treno (che offre interessanti integrazioni di abbonamenti e tariffe). 

Le limitazioni al traffico non riguardano i veicoli a basso impatto (GPL, metano, ibridi, elettrici) e i mezzi con almeno 3 persone a bordo (car pooling). 
 

RISCALDAMENTO DOMESTICO

Le misure del PAIR riguardano anche il riscaldamento domestico. Gli impianti a biomassa legnosa (caminetti), le stufe e le caldaie a legna o pellet producono sostanze pericolose per l’aria, e il loro utilizzo (impianti con classe emissiva fino a 2 stelle) è vietato in presenza di riscaldamento alternativo e nei comuni al di sotto dei 300 m di altezza.
Sasso Marconi, essendo comune montano, è in deroga a questi provvedimenti, ma è comunque necessario diffondere la consapevolezza che questi impianti non efficienti sono fonti di inquinamento e che esistono alternative a minore impatto e a… basso costo: per la riqualificazione energetica degli impianti di riscaldamento, sono infatti previste detrazioni fiscali fino al 65% per le abitazioni private e 85% per i condomini.

 

MISURE EMERGENZIALI

In caso di ripetuto sforamento dei limiti di PM10, dal giorno che segue il controllo (effettuato il lunedì e il giovedì) fino al successivo giorno di controllo, scattano le misure emergenziali, che prevedono:

* l’estensione del divieto di circolazione ai diesel Euro 4 (fino al 10 gennaio 2021) ed Euro 5 (dall'11 gennaio al 31 marzo 2021)
* il divieto di sosta con motori accesi
* il divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione fino a 3 stelle
* l’abbassamento del riscaldamento fino a un max di 19° nelle case e 17° nelle attività produttive e artigianali
* il divieto di combustione all'aperto
* il divieto di spandimento di liquami zootecnici senza tecniche ecosostenibili

 

INFORMAZIONI

Per info, dubbi e approfondimenti, consultare le infografiche nella sezione LIBERIAMO L’ARIA del sito www.arpae.it.

Su arpae.it è anche possibile iscriversi al servizio gratuito di allerta, che consente di essere sempre informati sulle limitazioni al traffico attraverso l’invio di SMS o messaggi Telegram

Nelle infografiche qui sotto, una sintesi dei provvedimenti che riguardano i limiti alla circolazione stradale:

 

 

 

 

 

 

 

 


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (40 valutazioni)