Ritiro rifiuti ingombranti - COMUNE DI SASSO MARCONI (BO)

Ambiente | Ritiro rifiuti ingombranti - COMUNE DI SASSO MARCONI (BO)

Smaltimento rifiuti ingombranti, RAEE, rifiuti edili e pseudo-edili

Come e dove conferire gli ingombranti, i rifiuti edili (rifiuti da demolizione e costruzione e rifiuti pseudo-edili) e le Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche:  

Rifiuti ingombranti, Pseudo-edili e Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE)

E' attivo il servizio di ritiro gratuito a domicilio, su prenotazione, di rifiuti ingombranti (materassi, mobili, divani, poltrone, reti ecc.), pseudo-edili* (lana di vetro, lana di roccia, carta catramata, guaina bituminosa, vetroresina, cartongesso ecc.) e apparecchiature elettriche ed elettroniche (frigoriferi, tv, lavatrici, lavastoviglie ecc.).

Per effettuare la prenotazione, telefonare al Servizio Clienti Hera, num. verde 800.999.500, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22, il sabato dalle 8 alle 18. Da telefono cellulare, occorre contattare il n. 199.199.500 (numero a pagamento).

I materiali vanno depositati nel giorno e all’ora concordati in prossimità della propria abitazione, su area pubblica accessibile ad autocarro con braccio caricatore. Per gli ingombranti e le apparecchiature elettriche si possono consegnare fino a un massimo di 5 pezzi (per appuntamento e per utente).

N.B: Ingombranti e RAEE possono anche essere conferiti direttamente presso la Stazione Ecologica Attrezzata di Via Vizzano.

* Il servizio di raccolta a domicilio dei rifiuti pseudo-edili, sospeso a seguito dell'entrata in vigore del D. Lgs. 116/2020 perché considerati "rifiuti speciali", è riattivato dal 19 aprile 2021

 

Rifiuti da demolizione e costruzione

I rifiuti prodotti dai lavori di ristrutturazione “fai da te” nelle abitazioni private (i cosiddetti "rifiuti da demolizione e costruzione") vanno conferiti presso la Stazione Ecologica Attrezzata di Via Vizzano (QUI gli orari di apertura).

Una modalità di conferimento confermata benché, con l'entrata in vigore del D.Lgs n.116/2020, questi rifiuti siano classificati come "speciali" (accogliendo una Direttiva dell'Unione Europea) e, in quanto tali, non più conferibili nei Centri di Raccolta comunali: in pratica non sarebbe più possibile smaltire calcinacci, mattoni e altri residui da piccoli lavori di ristrutturazione effettuati in casa, portandoli in Stazione ecologica.

Tuttavia, il Ministero dell'Ambiente ha chiarito con una nota che, per non “stravolgere una gestione dei rifiuti già strutturata ed efficace”, i rifiuti da costruzione, se "prodotti in ambito domestico e in piccole quantità, nelle attività 'fai da te', possono essere gestiti alla stregua dei rifiuti urbani e, pertanto, potranno continuare ad essere conferiti presso i centri di raccolta comunali”, cioè nelle Stazioni ecologiche.

 

 

 

 

 

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (1 valutazione)